mercoledì 28 dicembre 2011

Nikolaj Berdjaev - Schiavitù e libertà dell'uomo


Teoria della filosofia personalistica come la definisce l'autore, il russo Nikolaj Berdjaev. Opera composta in esilio in Francia nel 1939. Russo a fronte, traduzione di Enrico Marchetti un giovane classe 1981. Il seguito del testo bene definito dal curatore, è un susseguirsi di luoghi e modi della vita spirituale dell'uomo.


Si può affermare che il filosofo russo riesca a porre la questione della persona estraendola dalle correlazioni logiche del pensiero moderno e storico derivate. Teoria finalistica la sua, che inquadra gli errori dei suoi predecessori, ma che si poggia principalmente nella fede cristiana. Notevole il riferimento al nichilismo ed alla sua interpretazione di una espressione materialistica e forse incoerente per l'annullamento della prospettiva umana in quanto lasciva di troppe manipolazioni schiavistiche. Alle seduzioni schiavistiche dell'era moderna sono dedicati il capitolo terzo e centrale del testo, testimonio di tutte le ideologie novecentesche e moderne dal capitalismo in poi.


La libertà della persona individuale ma sociale è ciò che accomuna in parte l'anarchia, l'autore però qui ci risolve l'inefficacia di simile ideologia, l'anarchia è irriducibile alla persona-individuo perché abbassa la spiritualità anche qui a mero mezzo, mentre il fine permane e viene definito in più occasioni come la trascendenza verso l'alto, il soggettivismo contro l'oggettivismo. La libertà non può che assumere una forma spirituale che operi nel concreto, concedendo la fratellanza, la solidarietà e l'umanità piena di ogni persona.

venerdì 23 dicembre 2011

festival 2011


Annuario dei festival italiani con brevi descrizioni e recapiti fisici e internet, migliorato con l'inclusione dei festival fino a primavera 2012. Suddivisi mese per mese, regione per regione, le categorie sono: cinema, musica, culture, teatro e scienze. Indice analitico compreso. Unica pecca, esce tardi a metà primavera, quando alcuni festival si sono già svolti.

lunedì 19 dicembre 2011

Il diritto e il suo rovescio - Carlo Galli


Legittimità e legalità è la sintesi di questo testo. Lo iato che si è creato con la separazione di questi due elementi di convivenza civile ha fatto deflagrare negli ultimi vent'anni la società italiana.


Elementi di storia si intrecciano nelle riflessioni dell'autore che non cede al giustizialismo, ma richiama all'impegno civico di tutti.
Si tratta di due interviste rilasciate a distanza di anni.

giovedì 8 dicembre 2011

Le (troppe) tasse degli italiani - Enrico Marro


A 2 mesi dalla sua uscita e con molte cose cambiate nel quadro politico italiano, si può ben dire che i problemi si sono acuiti. Un quadro notevole di dati viene accolto dal lettore con sorpresa, perché effettivamente le voci sono molte ed in contnua evoluzione. Dati che quantitativamente andrebbero confrontati, specialmente quelli dell'evasione ed elusione fiscale, che comunque percentualmente ci vede a circa il 25% rispetto ad una media fisiologica del 10-15%. Necessario accogliere le proposte fatte in conclusione per una semplificazione notevole delle norme tributarie attuali, che a titolo di esempio per l'imprenditore nel solo mese di novembre annuncia 51 adempimenti fiscali.
Di sostanza morale notare pure la parte dedicata alle truffe pensionistiche e non, di chi, circa un italiano su tre è "costretto ad evadere" perché appunto c'è troppa complessità normativa e pochi controlli, quindi rispetto delle leggi. E con ciò si propone a tutti di assumere dei comportamenti meno convenienti economicamente, ma eticamente responsabili. Piccola nota biografica finale sulla vita di Johannes Buckler, bandito tedesco giustiziato nel 1803.

lunedì 28 novembre 2011

Trademark Online - Alessia Ambrosini, Andrea Monti - Hops libri


Testo del 2001, ripercorre dalla procedura di attivazione alla cessazione di un dominio internet, tipi e localizzazioni dei domini, con l'Icann ancora a predominanza USA. Parte centrale che è una copia del regolamento vigente allora. I capitoli 5, 6 e 7 aiuta a capire meglio i limiti legali entro cui operare e richiedere il riottenimento dei nomi a dominio illecitamente detenuti da altri.

martedì 22 novembre 2011

Eguaglianza e libertà - Norberto Bobbio





Suddiviso in due parti questo scritto di Norberto Bobbio è un classico della filosofia politica.
Descrittivo per buona parte, l'analisi dell'eguaglianza si presenta più complessa, eguaglianza da raggiungere, ma al pari maggiormente frammentaria della libertà. Libertà definibile in libertà negativa e positiva, afferma Bobbio che in conclusione trattasi di autodertminazione e utopia se si vuole dal lavoro e dagli schemi imposti. Certo l'eguaglianza per essere conquistata necessita della libertà perché limitarla all'individualità richiede contrapposizione alla diseguaglianza che è vieppiù formata da ambiti sociali.



  • Nei confronti dell'attualità rimane un classico che vede come dagli sviluppi politici del diciannovesimo secolo in poi vada ridiscusso continuamente tutti gli aspetti intrinseci dell'eguaglianza e delle libertà per il benessere dell'uomo.
Preso a prestito gratuito dalla biblioteca di Alano di Piave tramite il servizio Opac Veneto spesato dalla Provincia di Belluno

sabato 22 ottobre 2011

Tony Judt - Guasto è il mondo

Analisi attualistica della crisi economica e d'identità che attraversa le democrazie occidentali. Si narra di come la disillusione odierna abbia preso forma dall'efficientismo moderno che limita la vita a dei calcoli.


Periodo storico otto-novecenteso ripercorso dal progresso apportato dalle socialdemocrazie europee, degli errori commessi aldilà e aldiqua dell'Atlantico nella cessione totale del potere alla globalizzazione liberstica, alla mancanza della visione internazionale estensibile della solidarietà e del welfare, valori  riproponibili di eguaglianza e libertà che l'autore fa nelle pagine finali, in soluzione delle tante crisi morali/cicliche ed economiche, nonché intergenerazionali.

lunedì 26 settembre 2011

italian libraries - Mauro Guerrini & Flavia Cristiano

It's a beautiful book that describe the italian libraries situation catched in 2009 and before. Step by step it describe the evolution in synthesis from birth in middle ages to now with some photographs. Now the legislation is explained very well and so on the possible future goals.

Varius numeric informations is joining to an ample analysis of distribution of the libraries.

Another analysis is so for the library cataloguing, very complex.
One chapter is dedicated to new frontiers entitled as "Digital libraries" that dig deep into projects from Italy to Europe as SBN, Minerva & Micheal (where I met www.repec.or k & http://roar.eprints.org/ http://www.ssrn.com/ a wealth of knowledge).

This book was a gift obtained from MIBAC to "Più libri più liberi" exhibition held in Rome (4/8 december 2010) is in english and edited by "Mibac - Ministero per i beni e le attività culturali", "Cepell - Centro per il libro e la lettura", "AIB - associazione italiana biblioteche".

lunedì 5 settembre 2011

GPS La guida satellitare per l'outdoor - Massimo Ravara, Luca Sannazzari e Massimo D'eramo



Manuale dedicato all'uso in generale dello strumento GPS inteso come apparecchio specifico con cartografia. Ampie spiegazioni fornite con immagini.
 È una guida passo passo con una breve storia dello sviluppo e delle motivazioni addotte al suo utilizzo. Il sesto capitolo è quello più tecnico e tratta di tracce, waypoint, POI (punti di interesse) e come editarli nel creare/modificare un proprio itinerario. I consigli presenti riguardano i modelli Garmin e Oregon fino al 2010. Un capitolo è poi dedicato alla cartografia e alle sue nozioni base per comprendere effettivamente come gestire questi strumenti.

mercoledì 31 agosto 2011

La Colata - ed. Chiarelettere - Garibaldi, Massari, Preve, Salvaggiulo, Sansa


Indagine datata 2010 nella speculazione edilizia all'italiana. Molte le problematiche affrontate dai grandi progetti infrastrutturali alle modifiche dei piani regolatori nei comuni di montagna, tutti delineati da un chiaro intento di arricchimento ai danni dell'ambiente e delle generazioni future. Taglio cronicistico, a partire dalla narrazione dei vari piani casa e condoni edilizi approvati in Italia, per passare alla sconfitta di Renato Soru e del suo piano edificatorio in Regione Sardegna (con l'impedimento di nuove costruzioni entro i 2km dalla costa). Passando quindi ai grandi capitali mafiosi che si riciclano rapidamente nel mattone, ai casi concreti e attualissimi del post terremoto de L'Aquila, le seconde case delle alpi e vari altri progetti di centri commerciali, stadi, autodromi e autostrade.

La necessità di case in Italia se rapportata alla demografia ed al tasso di proprietà abitativa rivela che si costruisce quasi solo per seconde case e/o aumenti ingiustificati di cubature commerciali i quali sprofondano il tessuto della media e piccola impresa italiana. La crisi in atto dal 2008 anche nell'edilizia sottolinea la differenza con le buone pratiche che si possono adottare per fare riaffiorare l'artigianato piccolo della ristrutturazione e decoro con annessi e connessi di tutte le altre tradizioni manifatturiere italiane. Guardando poi all'economia dei servizi si nota pure come il sovradimensionamento dei vari capannoni del nordest e/o dei centri commerciali, sia anacronistico in un epoca che pone al centro le comunicazioni informatiche ed il commercio elettronico.

Il vulnus sta proprio nel fatto che quasi la totalità dei parlamentari italiani la pensa allo stesso modo. Una volta esaurito il territorio di che cosa vivremo?

lunedì 27 giugno 2011

Gillian Turner - North Pole, South Pole The Epic Quest to Solve the Great Mystery of Earth's Magnetism


Here is a history of magnetism. Is no simple theme, but the explanation from this book is more difficult. I think that it is a first global approach for earth reversal of poles, however need much insights & details, naturally 200 pages can create curiosity.. 

The main problem of earth magnetism remain unsolved actually

giovedì 2 giugno 2011

Il gene della matematica - Keith Devlin

Più che un libro sulla matematica è un libro sul linguaggio. Esteso nelle sue oltre 300 pagine, a volte sembra un romanzo, nondimeno ci sono degli esempi reali del nostro modo di calcolare, divisi nettamente fra numeri fino al 3 e numeri "astratti" dal 4 in poi. Questo perché il testo si proporrebbe di spiegare come mai la logica e/o matematica dei modelli sia una cesura netta con le esperienze quotidiane di calcolo, differenza dovuta per lo più all'impegno nel riconoscere i modelli, fattore culturale quindi. La complessità dell'astrazione è riconoscibile solo nell'essere umano ed è essenzialmente una forma di descrizione della realtà che ci circonda, con mezzi a noi opportuni; tale metodologia però è applicata massicciamente alla vita dell'uomo che include ogni nostro oggetto di consumo.
Interessante è la parte del linguaggio, basato sull'albero del linguaggio fondamentale: soggetto - verbo - oggetto, comune a tutte le lingue del mondo. 
Le ipotesi di scienza speculativa proposte dall'autore indicano una possibile continuità con la teoria darwininana della selezione naturale. L'argomento di dire che il linguaggio possa essersi sviluppato per adattamento e successivamente come strumento di astrazione (comunicazione) è appetibile, ma di difficile confutazione.

venerdì 27 maggio 2011

Città satellite? Le Laives d'Europa: quale sviluppo attraverso la cultura - Giorgio Tavano Blessi


Partendo da un convegno del 2006 tenutosi a Laives (BZ), in presenza di vari esperti del settore si marca la necessità di sottolineare le normative e le problematiche presenti che a 5 anni da allora si sono forse aggravate. La soggettività cambiata delle città satellite e/o piccoli centri negli ultimi anni porta ad accettare una progettualità che di fatto sia continuativa e centrata sul confronto e sul dialogo multidisciplinare allargato a tutte quelle iniziative associative e/o spontaneistiche date allo stato attuale di carenza di denari. Il processo partecipativo dovrebbe trarre spunto in questo testo dai diversi esempi localistici ma interagenti con delle persone e delle esigenze espresse nella giusta formula di richieste e realizzazioni di spazi ed eventi. La cultura come strumento di crescita esalta la creatività delle menti e assoggetta il capitale a delle dinamiche di benessere collettivo e sviluppo identitario forte. Il tutto per fare rete a livello globale in una società della conoscenza che permette uno scambio avanzato di idee ed esperienze positive, nel diventare un modello di integrazione sociale e di e fra popolazioni diverse, con uno sguardo attento all'arte, al teatro e alle musiche contemporanee in continua mutazione espressiva e tendenti a focalizzare la dimensione di percezione della vita quotidiana con pregi e difetti presenti, passati e futuri.

mercoledì 25 maggio 2011

Incantare Dolomiti – Stefania Zardini Lacedelli. Tesi di laurea in Tecniche artistiche e dello spettacolo


Incantare Dolomiti – Stefania Zardini Lacedelli

Tesi di laurea in Tecniche artistiche e dello spettacolo

Indagine elaborata e approfondita nel focus di Dolomiti Unesco, Patrimonio dell'umanità.
Nella prima parte c'è la spiegazione dei tre aspetti del bene Dolomiti significativi ai fini del riconoscimento come Patrimonio unico al mondo e cioè:

  1. I processi biologici
  2. La geologia
  3. L'estetica ed il paesaggio

Mentre i due primi sono criteri prettamente scientifici, l'ultimo è soggettivo e va ad intersecarsi con la necessità di una nuova percezione dell'ambiente/paesaggio come valore universale per la bellezza già evidenziata dai primi esploratori dell'800, che nell'auspicio della candidatura ottenuta nel 2009, richiederà di farci portavoci specialmente nel metodo di conservazione/attrazione per tutte le genti del mondo a fondamento di un istituto come l'Unesco che ha i suoi headquarters a Parigi, Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura. Ampia è la storia di miti e leggende da cui l'autrice trae spunto per ripercorrere i significati importanti dati dalle popolazioni storiche alla montagna luogo di vita. Si passa poi alle iniziative itineranti e musicali presenti nel territorio, esempi concreti ne sono “I suoni delle Dolomiti” con concerti di musica classica tenuti nei rifugi dolomitici e/o “Il cammino delle Dolomiti” nato e cresciuto nel tempo come cammino vero e proprio lungo dei sentieri accompagnati da momenti di riflessione in gruppo.

Stefania da delle idee per iniziare con i ragazzi ad abituarli a raccontare in arte il nostro bene, nonché l'ipotesi di un Festival delle Dolomiti che riunisca in un'unica manifestazione tutte le genti delle Terre Alte.

Vasta è la bibliografia citata.

Le interviste al segretario della Fondazione Dolomiti Unesco Giovanni Campeol, Stefano Lorenzi coordinatore veneto della Consulta delle proprietà collettive, Piero Gianolla geologo che segue dal 2005 la candidatura, Cesare Lasen biologo e creatore del Cammino delle Dolomiti, Enrica Bacchia cantante, insegnante di canto e sperimentatrice, Cesare Micheletti e Loredana Ponticelli architetti paesaggisti e Bruna Maria Dal Lago Veneri scrittrice, Angela Alberti Dottoressa in lettere classiche, Enrico Lacedelli guida alpina e insegnante, Irene Pompanin insegnante concludo l'ottima opera presentata nella Magnifica Comunità di Cadore il 16 aprile 2011.

Il testo sarà disponibile gratuitamente per la consultazione a breve presso la biblioteca comunale di Comelico Superiore e con il servizio interprestito in tutta la Provincia di Belluno.

giovedì 28 aprile 2011

Assemblea Generale dei Regolieri di Padola - richiesta di contributo all'Associazione Comelico Nordic Ski



Sabato 29 aprile 2011 ore 20.30 - Padola - Cesa dla Regula


ORDINE DEL GIORNO
1) approvazione verbali seduta precedente;
2) ratifica delibera C.A. 11° 32 del 31/12/2010;
3) relazione del Presidente; conto consuntivo 2010: esame ed
approvazione;
4) bilancio di previsioue 2011: esame ed approvazione;
5) determinazione del prezzo medio del legname per la liquidazione dei
sussidi di rifabbrico e fabbisogno — art. 10 del Regolamento
6) nomina membri comitato di vigilanza;
7) variazione CAPO 5° dello Statuto sulle modalita di affidamento del
Servizio di Tesoreria;
8) prolungamento del contratto di locazione Cooperativa La Genzianella
per porzione di fabbricato in Via Calvi presso Ex Scuole elementari;
9) richiesta di garanzia fidejussoria da parte della Cooperativa La
Genzianella;
10) Varie ed eventuali.

ed ecco la nostra richiesta che rientrerà fra le varie ed eventuali:


                                                                             Padola 26-04-2011




Oggetto: richiesta di contributo

L’Associazione Comelico Nordic Ski con un buon numero di volontari ha garantito l’apertura stagionale delle piste di sci nordico a Padola nonché l’organizzazione di manifestazioni turistico/sportive come la Comelgo Loppet (400 atleti), i campionati delle truppe alpine Casta e i campionati regionali allievi della stessa disciplina e intende farlo in futuro.

Con la presente si fa richiesta alla Regola di Padola dell’elargizione di un contributo economico a sostegno delle attività promosse a favore di tutta la popolazione e del turismo in generale.

Si ringrazia per l’attenzione.

Firme dei regolieri..

Lettera stampata e firmata da 4 regolieri e consegnata personalmente al Presidente Gabriele de Martin Pinter con un dvd delle immagini delle varie manifestazioni di questo inverno appena trascorso. L'invito lo rivolgo a tutti i regolieri 

http://www.facebook.com/event.php?eid=110807289003999

i video delle manifestazioni sono online


http://www.youtube.com/user/ComelicoNordicSki

venerdì 8 aprile 2011

John Locke - I grandi filosofi - Il sole 24 ore - a cura di Armando Massarenti

Opera letteraria n.10 per la collana "I grandi filosofi" de Il sole 24 ore a cura di Armando Massarenti. John Locke è stato il primo filosofo liberale preso dalla nostra modernità e collocato nella sua epoca. Certo ci sono tante ritrattazioni dalle sue bozze ai suoi testi definitivi, complessivamente il suo pensiero ed il suo respiro abbracciano per primi la libertà come la intendiamo noi contemporanei, ossia con dei diritti e dei doveri reciproci. L'autore aiuta a comprendere come la storia d'Inghilterra sia arrivata alla fondamentale svolta della democrazia rappresentativa in origine. Il curatore Massarenti, pone l'attenzione del perché benché ci sia cosi vicino nell'anelito libertario sia comunque da rivisitare la sua filosofia nel suo divenire attuale.

John Locke è uno dei miei preferiti. Apprezzo la lettera sulla tolleranza nella particolare decadenza attuale della partecipazione civile, perché rappresenta il nodo irrisolto di come accettare e/o respingere delle idee.

martedì 5 aprile 2011

Indignatevi! - Stéphane Hessel



L'indignazione che tuttora è assente in Francia ma in Italia pure, è quella che costrinse ad una scelta di vita o di morte nel periodo della resistenza antifascista. L'autore nato nel 1917 ripercorre brevemente, ma intensamente l'epopea che con una buona dose di fortuna lo portò alla stesura della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e che anche in anni recenti lo vide ancora capace appunto di indignarsi li dove il sopruso e la violenza regnano, internamente ed esternamente alla nostra società occidentale.


Nota di merito per il piccolo editore Add che porta questa opera in Italia e per tutti gli altri piccoli che continuano a lottare per dare ricchezza al mercato editoriale italiano e a riproporsi annualmente a Roma nella fiera Più libri Più liberi e nelle varie altre manifestazioni che spuntano nella penisola.

domenica 3 aprile 2011

Ambiente Italia 2010 - Edizioni Ambiente - Duccio Bianchi ed Edoardo Zanchini


Breve saggio coeso e pregno di dati che si alternano fra positività e negatività. La negatività è data dalla mancanza di politiche ambientali certe e rispettate. Le positività sono soggette alle buone pratiche dei singoli cittadini e/o di qualche amministrazione locale che decide di cambiare rotta su qualche tematica specifica, ma anche in riferimento alla buona crescita compiuta in questi ultimi anni dalla produzione di energie rinnovabili, da fotovoltaico, solare termico e biomasse, nonché quasi unicamente in Toscana del geotermico. In questo annuario si fa riferimento alle regioni come strumento di legiferazione futura e durevole vista l'importanza che ormai esse assumono nelle decisioni operative.

domenica 27 marzo 2011

Camminare dappertutto - Tomas Espedal


Si tratta di una serie di racconti scollegati, relativamente ansiogeni e asincroni. Il periodo migliore è la parte finale del libro, quando l'autore si focalizza maggiormente in un viaggio unico. Da apprezzare il viaggio in Grecia e Turchia, oltreché meglio raccontato anche per lo spirito libero e libertario che infonde nel lettore, nonché per la leggerezza dell'essere in cammino in un paese sconosciuto, assicurato di autenticità.

venerdì 25 marzo 2011

english as a foreign language - sandra stevens


I'm glad for this lecture. From starting point as long as I try to learn english talked & written, now I believe that is hard but fantastic way to read.

It's hard because the grammar & the objective of rember the rules all isn't easy to teach yourself.

venerdì 11 marzo 2011

Vietato obbedire - Concetto Vecchio


Esordio letterario di Concetto Vecchio. Rivisitazione storica dei primi 10 anni (dal 1962 al 1971) della prima facoltà di sociologia in Italia, a Trento.
Periodo di avanguardia e libertà nell'evoluzione studentesca che sfocio poi nel '68. Grande la concentrazione di personaggi che nel bene e nel male segnarono poi un epoca. Scritto brillante e approfondito è un documento testimoniale che aiuta a capire le derive che si susseguirono poi.
Nonostante la forte contrapposizione studenti-città il riformismo in Italia lo si deve in parte al coraggio di questi studenti che in un periodo di difficile intrapresa, seppero incalzare le posizioni di rendita ferme all'epoca fascista, con le loro proteste che poi diede avvio ad un riconoscimento della laurea in sociologia in Italia, e poco dopo, nell'accesso alle università a tutti i diplomati tecnici o liceali che fossero. Progressi compiuti poi nel movimento femminista, presente a Trento con un nucleo iniziale e compatto. Deriva estremistica narrata nel finale del libro, quando sociologia si andava appiattendo e di converso prendeva campo la lotta armata. Storie di uomini e donne che s'intrecciarono lasciando al lettore un esperienza di speranza, meditata dal tempo passato che personalmente aspettavo di indagare.

venerdì 4 marzo 2011

Risposta del Sindaco - Lettera denuncia al Comune di Comelico Superiore - Divieto di sosta non rispettato - Mayor response - Letter of complaint to the Municipality of Comelico Superiore - Stop ban disrespected

COMUNE di COMELICO SUPERIORE
Provincia di Belluno

UFFICIO DEL SINDACO Tel. 0435 687056 I fax 0435 68404 I e-mail: sindaco.comelico@cmcs.it
Prot. n. 1153 Comelico Superiore, 04/03/2011
Ai sig,g.Rosaria e Lorenzo De Martin Topranin
via Milano 32040 PADOLA

ogg: riscontro Vostra segnalazione pervenuta il 15 febbraio 201 1 ; realtiva a divieto sosta via Milano a Padola

Egr. Sigg.,ri

riscontro la Vostra segnalazione relativa all'oggetto per comunicare di aver dato disposizioni agli uffici di verificare la segnaletica, sollecitare i titolari dei negozi li intorno ad invitare i clienti a non parcheggiare nelle zone vietate ed intensificare i controlli e la vigilanza.

Per quanto attiene ai suggerimenti relativi al traffico lungo via Martini e nei pressi degli impianti ricordo che la prevista la viabilità di accesso ai nuovi parcheggi ed agli impianti, a suo tempo programmata e finanziata e che avrebbe potuto adeguatamente rispondere alle necessità di razionalizzare l'accesso all'area impianti passando tra i due alberghi, fu ínopportunamente stralciata dalla precedente Amministrazione e 5 gli stessi parcheggi ridotti della metà.

Considerati i programmi di potenziamento dell'Area sciabile a Padola, L'Amministrazione ha ben presente il problema e sta valutando le soluzioni migliori e più funzionali utili a risolverlo.
In relazione ai comportamenti spesso incivili di chi guida i QUOD, sono stati più volte segnalati alle forze dell'ordine affinchè vengano sanzionati.
Relativamente ai suggerimenti per maggior pulizia e ordine nell'arredo urbano, se ne terrà debitamente conto.
Distinti saluti

il Sindaco
Mario Zandonella Necca


la mia lettera è qui - my letter is here
http://veritaemetodo.blogspot.com/2011/02/lettera-denuncia-al-comune-di-comelico.html 

Municipality of Comelico Superiore
 Province of Belluno (Italy)

Mayor Office Tel. 0039 0435 687056 fax 0039 0435 68404 email: sindaco.comelico@cmcs.it

Protocol n. 1153 Comelico Superiore, 04/03/2011

To Mrs Rosaria & Lorenzo de Martin Topranin

 via Milano 32040 Padola

Object: confirmation of your signal received on 15 february 2011 relative to Stop ban in via Milano to Padola.

Dear Messrs

confirm your signalation relative to object to communicate have given dispositions to offices to check the signals, solicit holders of shops them around and to invite the costumers not to park in prohibited areas and to increase the controls & surveillance.

As for the suggestions related to traffic in via Martini and near to lifts I recall that the planned roads to access to new parkings & lifts, at the time planned & financed and could adequately respond to the needs to rationalize the access to lifts areas, passing by two hotels was improperly eliminated from the previous Administration and the same parking reduced of 50%.

Considering the programs of increasing of Ski Area in Padola, the Administration is well aware of the problem and is considering the better solutions & functional to resolve it. Relative to behaviors often uncivil of the drivers of the QUOD, were many times indicated to Police so are fined. Relative to the suggestions of most cleaning in Urban decor it will take due account.

Sincerely

the Mayor

Mario Zandonella Necca


martedì 15 febbraio 2011

Lettera denuncia al Comune di Comelico Superiore - Divieto di sosta non rispettato - English at bottom: Letter of complaint to the Municipality of Comelico Superiore - Stop ban disrespected


All'attenzione di:

Sindaco di Comelico Superiore.

Ai gruppi consigliari di maggioranza e di minoranza.

Al Responsabile dell'ufficio tecnico.

Alla Polizia Municipale.

Al Difensore Civico della Provincia di Belluno.


Oggetto: Divieto di sosta non rispettato in Via Milano – frazione di Padola.


Premessa: la mia denuncia per il il continuo mancato rispetto del divieto di sosta in Via Milano, vuole essere una richiesta d'aiuto e uno sprone per affrontare il problema più generale dei parcheggi a Comelico Superiore e il rispetto dei pedoni.

Mi ritrovo ogni giorno a camminare lungo la Via Milano, che si presenta come il tratto più problematico per i pedoni, in coincidenza della strettoia che porta alla Piazza San Luca.
Sistematicamente fotografo da alcuni mesi le continue violazioni e prepotenze degli automobilisti i quali mettono continuamente in pericolo le persone in transito, parcheggiando ovunque e danneggiando il già precario marciapiede, di un tombino li presente e alle volte bloccando di fatto l'accesso a casa. Ricordo che in inverno il tutto si rende ancora più pericoloso perché ivi si deposita la neve spalata dai mezzi di pulizia e si forma il ghiaccio, rendendo la corsia di transito per i pedoni assai ristretta e instabile. Allego un cd di fotografie per testimoniare l'accaduto.






Propongo l'istituzione del divieto di fermata dall'attuale divieto di sosta, per aiutare il lavoro degli agenti municipali che sono spesso di fronte ad automobilisti indisciplinati in sosta vietata, che con la scusa di fermarsi due minuti, lasciano il mezzo incustodito, lampeggianti accesi creando potenziali pericoli, e di occupazione della carreggiata, e di improvviso movimento del mezzo. Ultima menzione per i Quod, mezzi a 4 ruote che sfrecciano a velocità folli nella bella stagione proprio in corrispondenza del centro paese, con rumori assordanti nella notte; i trasporti pesanti Tir che a causa dei navigatori satellitari, ormai percorrono tutte le strade secondarie come le nostre, aumentando 
notevolmente il traffico e l’insicurezza.
A questo fine si potrebbero posizionare delle fioriere di legno (e di veri fiori d'estate), facilmente rimovibili dagli addetti alla pulizia per accrescere il decoro in contrasto all'attuale sporcizia onnipresente, che si stratifica con lo schiacciamento continuo di tutte le materie organiche e inorganiche da parte dei mezzi li parcheggiati. Attualmente poi è presente solo un sacco dell'immondizia nero in piazza a Padola, perciò la raccolta differenziata non è attuata correttamente.




la stessa situazione qui sotto nel marzo 2014 (the same situation on march 2014)



Il suggerimento per avviare l'impostazione di un centro pedonalizzato e commerciale, è di piazzare dei cestini come dissuasori piccoli per la differenziata come questi alla stazione centrale di Milano perché il problema dei rifiuti s’accresce se aumenta l’afflusso turistico.

Altre alternative a centinaia sono qui consultabili:

http://www.dissuasori.com

www.barriersdirect.co.uk

Pensare a decongestionare l’area delle sciovie, maggiori controlli dei vigili urbani insieme all’installazione dei dissuasori nel passaggio di Via Martini adiacente alle piste e presso il ristorante che spesso impedisce la circolazione tranquilla a piedi; iniziare a valutare la costruzione di un marciapiede sulla parte sinistra della Via Martini, strada stretta che permette il transito di un pedone e una macchina in condizioni di pericolo. La validità della ipotesi è testimoniata dal forte afflusso nell’autobus navetta che impone già ora ai turisti di percorrere quelle poche centinaia di metri a piedi fra la fermata fronte alberghi e le piste.
Mi preoccupo della salute dei cittadini e di quella di molte mamme che con i loro bambini attraversano il paese per una passeggiata. Concludo esprimendo la speranza che vogliate intervenire in forma preventiva evitando possibili eventuali danni fisici alle persone o alle cose.




Padola 7/2/2011

ecco le firme

 



La risposta del sindaco - the response of mayor



2016 new sidewalk, but the same story




English

To attention of:

To Mayor of Comelico Superiore.

To parties of Majority & minority.

At person in charge of Technical Office.

To Municipality Police.

To the Ombudsman of the Province of Belluno.

Object:

Stop Ban is not respected in Via Milano - Padola fraction (northern Italy).

Assumption: my compliant for the continue not respect of stop ban in Via Milano, would be an helping request and a spur to tackle the more general problem of parking in Comelico Superiore and the respect of pedestrian.

Every day I walking on Via Milano, that is the most problematic situation in coincidence of the bottleneck leading to the San Luca Square. I have make many photos of bullying of motorists, that continuously create a perils situation for pedestrian that walk along the street (truly they should going on the sidewalk..), parking everywhere is possible & damaging the sidewalk, the manholes (photos on top), block of passage for entry in houses. You remember that we have a winter of 4/5 months with snow & ice (we are located in Dolomites Unesco - touristic zone), it is very complicated to tackle. (I have attached on cd of photos).

 I will make some proposals. Change the stop ban (not stopping) into full stop ban, to prevent every excuse of motorists that augment the odds of perils, as sidewalks occupied or moving of vehicle. Last complaint is for new vehicle called QUOD that in summer goes to 100km/h in center of village, or for trucks that have Sat Nav (we are far to highways) that create only traffic jams. At that end, the municipality can put the plants, or baskets for recycling as in Milan (photo on top) or in small villages of Switzerland. Now in fact we have every possible trash, organic & inorganic, because there is only one basket. If we improve our standars of living our will thinking that in future when more many tourists are welcome, the garbage not be hidden but put  the garbage in the baskets, and recycle, as the pedestrian & vehicles can cohabit. My hope is that the municipality will make a decision to avoid damages.

2012/06/22 My new review: The high cost of free parking by Donald Shoup http://veritaemetodo.blogspot.it/2012/06/high-cost-of-free-parking-donald-shoup.html






venerdì 11 febbraio 2011

Il sogno mediterraneo - Ludovico Corrao e Baldo Carollo

Libro intervista del giornalista Baldo Carollo al siciliano Ludovico Corrao già sindaco di Gibellina (TP).


Personaggio intrigante questo Corrao, che racconta attraverso il novecento, l'Italia politica ed artistica in modo affascinante. La copertina del libro è il suo ultimo manifesto elettorale del 1994, come candidato a sindaco di Gibellina a opera di Mario Schifano, intitolato "Mediterraneo mare di pace".
Vita intensa la sua, narrata sin dalle origini con orgoglio, nella Alcamo degli anni 20, terra aspra e difficile, passando dagli studi di medicina alla laurea in giurisprudenza, attraverso le quattro giornate di Napoli del 1943. Dai primi passi nel giornalismo, nelle Acli e in politica con la DC al periodo '58/'60 del Governo Milazzo, il primo governo riformatore della sua regione composto da MSI, PCI e dal suo neonato movimento USCS Unione Siciliana Cristiano Sociale, con forte spinta all'applicazione dell'autonomia Siciliana. In viaggio diplomatico nell'Urss di Krusciov, nel periodo forse più precario della guerra fredda, lasciando nascere l'incontro con Papa Giovanni XXIII. Da sindaco di Alcamo, alla difesa di Franca Viola, prima donna siciliana a ribellarsi alla violenza subita ed al ricatto di un matriomonio riparatore. Effettua una sintesi dal 1968 in poi, anno del terremoto della Valle del Belice, nella rinascita di Gibellina, paese tra i più colpiti dall'emigrazione stessa. Paese si spopolato negli anni a seguire, ma con un respiro artistico di grande significato, grazie all'appello accolto dai vari Consagra, Burri, Schifano, Beuys, Glass e tanti altri artisti che con le loro opere crearono una stratificazione di significati di memoria per tutti noi in visita in quei luoghi.
Corrao ed il suo messaggio, qui rilanciato con grande oratoria, è quello dell'amore del genere umano verso le proprie creature/creazioni, siano esse arte, artigianato, letteratura o teatro, diventano uno spunto irrinunciabile alla riflessione verso un mondo migliore. I vari passaggi a costituizione dal Museo dell'arte contemporanea al Museo della civiltà contadina, passando per la fondazione Orestiadi e concludendo con il Museo delle trame mediterranee mi lasciano l'idea di una buona lettura insieme al ricordo personale di averlo conosciuto e ammirato nella sua arte oratoria di un'ora e mezza dei suoi bellissimi 83 anni alla Fiera della piccola e media editoria in Roma.

Persone che mettono la cultura al centro, con un progetto di apertura alle altre genti e pensieri, meriterebbero sempre dei libri cosi piacevoli da leggere in nonchalance e sognare.


Oggi 7 agosto 2011 appresa la sua tragedia penso alla fortuna di averla conosciuta personalmente e alle tue battaglie con riferimento  a quanti destini che ho incrociato in quest'ultimo anno.. e al suo in particolare che con la Fondazione Orestiadi cercava proprio il dialogo fra i popoli..


Ricordo che questo libro l'ho donato alla biblioteca di Comelico Superiore (BL) con la richiesta e la concessione di una piccola dedica firmata da Ludovico Corrao

domenica 6 febbraio 2011

Marguerite che brucia. Qual è veramente la cifra dell'amore, di tutto l'amore che si prova durante la vita? - Inness Brown Elizabeth

Romanzo d'esordio di Elizabeth Inness Brown. Il sottotitolo mi ha colpito nella scelta del libro che inizialmente volevo solo donare, ma che poi, con le pagine che scorrevano, mi convincevano della arguta struttura del testo coerente e verosimile.


I sentimenti e le emozioni in questo romanzo giocano un ruolo totalitario e avvolgente, la vicenda storica è creata ad hoc, a partire dalla trama del rapporto fra un giovane e la sua "mamma adottiva". Ambientato in tutto il novecento, ripercorre le varie vicissitudini dei due protagonisti, in situazioni per lo più di solitudine e ordinaria vita quotidiana negli Stati Uniti profondi; James rimane orfano a 4 anni e da li è un rimando continuo di esperienze fra James e Marguerite le loro vite apparentemente cosi lontane nel vissuto e pure cosi vicine nei destini che si intrecciano per sempre. Una storia questa che dalla modestia degli episodi, estrae una sensazione di smarrimento che è comune quando si perde una persona cara, ma che carica di domande e risposte verso il senso di quello che facciamo.

venerdì 21 gennaio 2011

Chris Anderson - Free: How today's smartest businesses profit by giving something for nothing

Free is what I had tried to understand in many years & perhaps now it tap on my mind.
There can be a simple slogan, but how on my own belief is a realm of internet. The old economy assumption that should be paid every human scarce resource is far more of my mind as can be communism for people borned from 1980. I still imagine that one sense of human positive being can be proved by these richness of information or bytes creation as skype for calls,  www.plosone.org for science knowledge, http://boinc.berkeley.edu for your own science collaboration,  Linux Ubuntu Operating System (for personal computer), Facebook for relationship & exchange of opinions, www.sports-tracker.com for the sports, http://www.archive.org for software, documents, music & video under creative commons license, Amazon to catching many books as this; also altough the mental barrier is most important to overcome (in Italy especially) the provincialism.

The book (257 pages) is aloud the 21th century, business & non, model of thinking. Has three section for 16 chapters: 1° what is free? 2° digital free 3° freeconomics and the free world, but explain fair the change of the possibility of business in first example and in mind for far. As the politics taught us, we can change our mind or wait that world around change us. Free is easy explained as Moore law, chip that form all electronic products isn't only concept for geeks, or for mp3 music, but for photo's, calls, tv, radio, informations in general or more easy how I see eCommerce.

Freemium model of Google is the bigger, you know Google Earth, Gmail, Youtube, Picasa that just cost 0. The old economy assumption that should be paid every human scarce resource is far more of my mind as can be communism for people borned after 1980. Also the waste problem is incorpored in it, but for counter deductive experience we can say that we live in a small solar system not paid for living. Ok I mean that now maybe we can be the first generation that not have the same prospect of our fathers, but if we believe in us, we can detach that the human being can be lived with few effort of measure all with money. In the last chapter I look one idea of reading: The High Cost of Free Parking - Donald Shoup that explain the value of nature in relation to man.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...